Home Prima
Squadra
Giovanili Società Tornei Sezione
Atleti
News Forum  Foto & 
Video
Link &
Sponsor
Area
Riservata
Credits


News - Aprile 2016

Libertas: squalificati Romani e Tellini per l’ultima sfida contro Terranuova30/4/2016
Ultima partita del girone di seconda fase per la Libertas Basket Lucca che domani (domenica 1 maggio), alle 18, sarà in trasferta presso il palazzetto dello sport di Terranova Bracciolini per affrontare la A.Dil. Alberto Galli. Una partita dal valore relativo per i lucchesi, saldi al terzo posto in classifica, ma di grande importanza per gli avversari che si giocheranno sul campo l’accesso all’ultimo posto disponibile per i play-off.

La Libertas, però, dovrà fare i conti con due importanti assenze per la gara, figlie di un provvedimento disciplinare del giudice sportivo che ha rifilato una giornata di squalifica sia a coach Maurizio Romani, per offese agli arbitri, che al play Federico Tellini, per utilizzo in campo di un’espressione blasfema, in riferimento ad alcuni episodi avvenuti durante l’ultimo match in casa contro la Cestistica Audace Pescia.

Una decisione che ha lasciato allibito l’intero ambiente biancorosso e che si basa su due segnalazioni arbitrali distinte: una, riferita a Maurizio Romani, avvenuta a fine partita quando il coach biancorosso è andato per stringere, come di consuetudine, la mano agli arbitri per un saluto e per far notare loro il fischio di un solo fallo a favore durante l’ultimo quarto; l’altra, riferita al giocatore Federico Tellini, che, dopo aver sbagliato un canestro facile durante la partita, ha pronunciato una frase di rabbia contro sé stesso, passibile forse di un tecnico e non certo di una squalifica, ma che gli arbitri hanno erroneamente interpretato come un’espressione blasfema.

Fatto sta che, sia Romani che Tellini, dovranno saltare la gara contro la Alberto Galli. Per cui sulla panchina biancorossa sarà presente il vice allenatore Giulio Bernabei che dovrà occuparsi in prima persona di gestire la gara.

“Al di là delle squalifiche – ha commentato coach Maurizio Romani – ci presentiamo alla partita con diversi problemi fisici che dovremo valutare fino all’ultimo per non rischiare nei play-off. Per noi sarà comunque una partita vera. Ci aspettiamo un’avversaria agguerrita per cui cercheremo di portare rispetto mettendo il massimo impegno in campo. All’andata siamo riusciti a metterli alle corde, dopo una grande partita, molto combattuta per i primi due quarti e poi chiusa nella ripresa. Sono convinto che Giulio Bernabei, così come i giocatori, faranno bene sul campo per cancellare l’ultima prestazione contro Pescia e affacciarsi al meglio nei play-off”.

La A.Dil. Alberto Galli è una squadra che ama giocare a ritmi alti, abile in contropiede e nel pressing difensivo. La Libertas dovrà cercare di imporre il proprio ritmo, senza inseguire, prestando maggiore attenzione ai loro due migliori giocatori, nonché grandi realizzatori, Dolfi e Tello.

Andrea Cosimini

La Libertas cede la seconda posizione a Pescia24/4/2016
LIBERTAS BASKET LUCCA 47
CESTISTICA AUDACE PESCIA 64

Parziali (11-16; 24-36; 34-42)

LIBERTAS LUCCA: Romei 3, Del Sorbo 6, Masini, Raffaelli 14, Angelini 4, Mattei, Tellini 2, Lorenzi 5, Genovali 6, Poli 7. All. Romani
CESTISTICA PESCIA: Panattoni 11, Bernardi ne, Bellandi ne, Cempini 8, Magni 11, Brogi 17, Lazzeri Al. 4, Doveri 11, Ragli 2, Lazzeri An. All. Santi

Arbitri: Corso M. di Pisa (PI) e Fabiani A. di Livorno (LI)

Note: Fallo tecnico di Tellini a 4'18'', fallo antisportivo di Angelini a 24'07''

La Libertas Basket Lucca non riesce a riscattare il risultato dell'andata e cede in casa contro la Cestistica Audace Pescia per 47 a 64 dopo una partita poco esaltante. I biancorossi perdono così l'occasione di chiudere al secondo posto in classifica il girone di seconda fase anche se l'obiettivo play-off è stato raggiunto. Coach Romani ha dovuto rinunciare per la partita al suo playmaker, Filippo Morello, fuori a causa di una distorsione alla caviglia rimediata durante la settimana.

Nel primo quarto la Libertas concede troppo in difesa e Pescia punisce subito con un parziale di 7 a 2, realizzato anche grazie alla buona precisione al tiro dalla media distanza. I ragazzi di coach Romani aumentano la pressione difensiva e gli avversari perdono lucidità in attacco. Tellini in penetrazione spezza l'area e regala un ottimo assist per Raffaelli che piazza la tripla del sorpasso 10 a 8. Pescia però reagisce bene piazzando un contro-parziale di 8 a 1 e chiudendo avanti di 7 lunghezze il primo quarto.

Nel secondo periodo la Libertas fatica ancora ad entrare con la testa nella partita. Pescia però non ne approfitta e dentro l'area Del Sorbo manda a segno il canestro del -5 dopo aver conquistato un bel rimbalzo offensivo. La partita aumenta di fisicità e perde di ritmo a causa dei numerosi falli. Brogi prende fiducia dalla distanza e manda a segno una tripla sanguinosa che vale il +11 per Pescia. Bravo Angelini a rispondere subito dall'altra parte con un gioco da tre punti dopo un fallo subito dentro l'area. Gli ospiti però giocano meglio nella parte finale e chiudono il primo tempo sul +12.

Lucca cambia passo nella ripresa ma si mangia troppi canestri facili da sotto. I biancorossi riescono comunque a piazzare in apertura un parziale di 4-0 maturato soprattutto nella fase difensiva. Pescia amministra il vantaggio senza fare troppi straordinari e sfrutta la scarsa concentrazione al tiro degli avversari. Il terzo quarto si conclude con i lucchesi sotto di 8 misure. Nel quarto periodo poi i ragazzi di coach Santi provano l'allungo decisivo con Doveri che da tre punti firma addirittura il +15. Timida rimonta nel finale di partita per i lucchesi anche se è ancora una volta Doveri a spegnere gli entusiasmi dall'arco e mettere così in cassaforte la vittoria.

"Faccio fatica a commentare una gara del genere – ha commentato coach Maurizio Romani – perché, per come abbiamo giocato noi, chiunque avrebbe vinto sul nostro campo. E’ stata una partita pessima sotto tutti i punti di vista. Sinceramente sono molto deluso perché, al di là dei risultati, venivamo da prestazioni buone e non c’erano le avvisaglie di una partita del genere. Stasera ho visto delle cose irreali. Ad inizio terzo quarto, quando la squadra ha cominciato a dare finalmente segnali di vita dopo due quarti giocati non bene, abbiamo sbagliato almeno quattro canestri in appoggio da soli. Il risultato è la logica conseguenza del fatto che abbiamo concesso troppo a rimbalzo, non abbiamo difeso e non abbiamo corso. Dispiace soprattutto per il pubblico, chiamato alla vigilia della partita a sostenerci, con il quale mi scuso di questa prestazione e me ne assumo le responsabilità. E’ una sconfitta che comunque non cambia il proseguo della stagione, visto che il traguardo dei playoff è stato raggiunto e ci troveremo ad affrontare squadre di livello superiore. Nella prossima partita però voglio vedere una squadra che ha voglia di chiudere bene il girone”.

Andrea Cosimini

La Libertas a caccia del secondo posto contro Pescia22/4/2016
Non sarà in gioco la qualificazione o meno ai play-off, già raggiunta da entrambe le squadre, né tantomeno il vantaggio o meno del fattore campo, bensì la conquista del secondo posto in classifica nel proprio girone. La Libertas Basket Lucca è pronta così a ricevere in casa la Cestistica Audace Pescia nel match previsto domani (sabato 23 aprile), alle 21, al Pala Tagliate. Una partita comunque importante e sentita per i biancorossi contro una delle squadre che, almeno nei pronostici, doveva rientrare a pieno titolo tra quelle di primissima fascia del girone B.

“Dobbiamo riscattare la partita di una andata – ha commentato coach Maurizio Romani – persa di misura a causa di alcuni nostri gravi errori ma anche di un metro arbitrale troppo permissivo nei confronti degli avversari. Vogliamo vincere provando a fare una partita simile a quella dell’andata senza però incappare nei soliti errori. La squadra è molto carica e i ragazzi hanno voglia di far bene in campo. Sappiamo che andremo a giocare contro una formazione agguerrita, imbattuta in questa seconda fase, di grande talento offensivo e con molti punti nelle mani. Dal punto di vista della compattezza, però, sono sicuramente inferiori a noi. Avremo bisogno di un sostegno forte da parte del pubblico per cui chiediamo ai nostri ragazzi di essere numerosi sugli spalti per incitare la squadra”.

La Cestistica Audace Pescia vanta diversi giocatori di categoria superiore tra cui: Cempini, mortifero al tiro dalla media e lunga distanza, giocatore di esperienza in grado di essere sempre un fattore in campo; Doveri e Panattoni, due grandi realizzatori esterni; Magni, un quattro interessante, molto fisico e in grado di catturare parecchi rimbalzi; e, infine, il temibile duo dei fratelli Lazzeri. La Libertas, invece, dovrà fare i conti come al solito con qualche acciacco rimediato durante la settimana.

Andrea Cosimini

La Libertas centra i playoff, Romani: “Siamo soddisfatti del nostro percorso”18/4/2016
Il 15 maggio inizieranno i playoff del campionato di Serie C Silver e la Libertas Basket Lucca ha già strappato un biglietto, con tre partite di anticipo, per andarsi a prendere un posto in Serie C Gold. Un risultato davvero importante per una società che si affaccia per la prima volta in assoluto a questa categoria e che, solo due anni fa, si trovava al penultimo posto del campionato di Serie D in lotta per la salvezza. Negli ultimi due anni, però, la società biancorossa ha deciso di avviare un percorso di crescita, sotto la guida tecnica di coach Maurizio Romani, e i risultati non si sono fatti attendere. L’anno scorso la squadra ha vinto, contro ogni pronostico, il campionato di serie D e quest’anno è riuscita a collezionare, almeno finora, la bellezza di 11 vittorie nel campionato di Serie C Silver affrontando società con un vissuto cestistico di alto spessore.

Coach Romani, come valuta la stagione della sua squadra?

“Senza dubbio siamo soddisfatti del percorso fatto. Ci siamo confrontati con un campionato che, almeno sulla carta, doveva essere proibitivo per noi. Molti dei pronostici di inizio stagione ci davano come la “cenerentola” del nostro girone e invece siamo ad aprile e parliamo di qualificazione ai playoff per un possibile posto in C Gold”.

Cosa ne pensa della crescita dei tre nuovi innesti?

“Sono scommesse sulle quali abbiamo deciso di puntare fin da subito e che abbiamo vinto. Raffaelli, da me fortemente voluto nel roster, si è rivelato un giocatore con un impatto importante nel campionato. Lo stesso vale per Tellini che, seppur all’inizio abbia fatto un po’ di fatica a rivestire un ruolo di leadership, nella seconda parte del campionato ha dimostrato in campo un altro tipo di presenza. Infine Masini, giocatore proveniente dalla promozione e dalla prima divisione, si è ritagliato un ruolo importante all’interno della squadra”.

E’ stato difficile per la squadra il doppio salto di categoria?

“Certo. All’inizio alcuni giocatori hanno avuto difficoltà a rapportarsi con il doppio salto di categoria. Soprattutto per il cambio di ritmo, di fisicità e di esperienza. Si sa che, a questo livello, se si perde anche solo un niente sui tiratori questi poi puniscono con canestri sicuri. Alla fine, però, eravamo consapevoli che avremmo trovato un livello agonistico alto e ci siamo impegnati per ridurre al minimo il gap con le altre squadre”.

Qual è il vostro segreto?

“Il nostro “segreto”, se così vogliamo dire, sta nel modo con cui ci alleniamo e prepariamo le nostre partite. Tre allenamenti settimanali, molto intensi, di due ore ciascuno a fianco di uno staff ben preparato. A questo proposito ci tengo a ringraziare il lavoro tecnico svolto dal mio vice, Giulio Bernabei, con il quale prepariamo settimanalmente le partite ad un livello professionale. Una preparazione scrupolosa che però ha bisogno di giocatori ricettivi in grado di trasformare le nozioni che gli diamo in prestazioni tattiche concrete”.

Quali sono, invece, i vostri punti di forza?

“I nostri due punti di forza sono indubbiamente la difesa e la caratteristica di non mollare mai. Per fare questo è necessaria però una buona preparazione fisica. Per questo mi voglio congratulare con il nostro preparatore atletico Nicola Cortopassi per il suo lavoro svolto sui ragazzi”.

Inutile dire che hanno pesato, e non poco, gli infortuni nella vostra stagione…

“Effettivamente non è stata una stagione facile sotto questo punto di vista. Ci siamo presentati in diverse partite con i nostri giocatori di riferimento, o fuori per infortunio o in campo ma in condizioni fisiche precarie. Questo fatto ci ha penalizzati, ovviamente, ma ha anche creato i presupposti per una crescita di gruppo. Altri giocatori, infatti, sono stati chiamati ad assumersi maggiori responsabilità in campo. La loro bravura è stata proprio quella di tirar fuori prestazioni di alto livello in situazioni di emergenza”.

E’ stato accolto il suo appello alle giovanili a sostenere sugli spalti le altre categorie e, soprattutto, la prima squadra?

“L’appello che ho lanciato ai ragazzi è stato indubbiamente accolto e sono contento che la squadra abbia sempre sfoderato prestazioni all’altezza nei momenti in cui ha chiamato a raccolta il suo pubblico. I ragazzi delle giovanili che vengono a tifarci sugli spalti, con cori positivi e mai offensivi, vedono in campo un gruppo di atleti che si tuffa su ogni pallone, difende e mette il cuore oltre l’ostacolo. Il tutto con grande applicazione. Si tratta di aspetti del nostro gioco che è impossibile non riconoscere dalla tribuna”.

Nella seconda fase come vi siete trovati ad affrontare squadre decisamente più offensive?

“Ci sono un paio di squadre nel nostro girone, specie Fucecchio e Pescia, che sono state costruite con altri obiettivi stagionali. Si tratta di squadre ben strutturate e di talento. Noi ce le siamo trovate di fronte in questa seconda fase ma abbiamo continuato ad essere noi stessi in campo. Non abbiamo mai accettato i ritmi avversari e, attraverso la nostra applicazione difensiva, abbiamo sempre imposto il nostro gioco”.

Qual è il vostro obiettivo nei play-off?

“Prima ci sono due partite da giocare ancora in questo girone. Il nostro obiettivo è chiaramente arrivare secondi anche se è ancora presto per ragionare in termini di accoppiamenti favorevoli nei playoff. Di sicuro incontreremo squadre provenienti da una fascia superiore alla nostra quindi più forti e strutturate. Le affronteremo, però, consapevoli che la pressione sarà tutta dalla loro parte. Noi giocheremo, come sempre, al massimo delle nostre potenzialità sperando di arrivare al 15 maggio nelle migliori condizioni fisiche possibili”.

Per chiudere, due parole per la società biancorossa…

“Non abbiamo un vissuto alle spalle in questa categoria. Siamo come una start-up per cui è necessario che tutti diano e facciano di più. La nostra società però è cresciuta quest’anno, di pari passo con la squadra, sia in termini di organizzazione che di impegno con l’ingresso di nuove persone. Si tratta di un percorso che deve necessariamente continuare perché abbiamo notevoli margini di miglioramento. L’importante è che venga sempre riconosciuto il lavoro che facciamo”.

Andrea Cosimini

La Libertas espugna Arezzo e centra i play-off17/4/2016
AMEN SB AREZZO 51
LIBERTAS BASKET LUCCA 68

Parziali (24-13; 41-28; 51-36)

SB AREZZO: Kebede 12, C.Provenzal 8, Scrocca 5, Castellucci 5, Balsimini 2, F.Provenzal 2, Bies 9, Castelli 4, Giommetti 2, Nencioli 2. All. Fracassi
LIBERTAS LUCCA: Romei 1, Del Sorbo 2, Masini 3, Raffaelli 18, Angelini 24, Tellini 2, Lorenzi 8, Genovali 4, Poli, Morello 6. All. Romani

Arbitri: Moncini L. di Altopascio (LU) e Solfanelli G. di Livorno (LI)

La Libertas espugna il difficile campo dell’Amen e conquista i playoff nella seconda fase. I padroni di casa, privi del loro giocatore di punta Cutini, vanno a segno con una tripla di Provenzal in apertura. La Libertas però replica con un contro-parziale di 21-0. Arezzo si riprende giusto nel finale e chiude il primo quarto sotto di 11 lunghezze. Nel secondo quarto la partita si scalda e Arezzo comincia a mandare a segno i tiri dalla distanza. I ragazzi di coach Romani colpiscono però in contropiede e in difesa cercano i migliori aggiustamenti sui tiratori avversari. Nel terzo quarto i lucchesi sono bravi a tenere botta nonostante l'entrata precoce in una situazione di bonus. Arezzo si affaccia al quarto, ed ultimo, periodo sotto di 15 lunghezze. Ultimo quarto gestito bene dalla Libertas che vince così sul difficile campo di Arezzo 51 a 68. Ottime le prove individuali di Angelini (24 punti) e Raffaelli (18) entrambi leader in campo.

“Una vittoria in trasferta che cercavamo da tempo – ha commentato coach Maurizio Romani – dopo una aver disputato una buona partita. Sono molto contento soprattutto per l’approccio con cui la squadra è scesa in campo. La gara è stata indirizzata subito a nostro vantaggio con un parziale favorevole di 15 a 3. Un primo break micidiale dovuto anche allo spirito battagliero con il quale siamo scesi in campo. Più equilibrato, invece, il secondo periodo dove abbiamo giocato un po’ peggio ma riuscendo comunque a rimanere in controllo. Nella ripresa loro hanno provato a pressarci di più in difesa ma noi siamo stati lucidi. Forse è mancata solo un po’ più di concretezza nelle situazioni di soprannumero”.

Andrea Cosimini

Libertas ad un passo dai play-off: domani la difficile trasferta ad Arezzo16/4/2016
La Libertas Basket Lucca farà visita domani (domenica 17 aprile), alle 18, all’Amen Scuola Basket Arezzo con l’obiettivo di portare a casa i due punti che mancano per il definitivo accesso ai play-off. I ragazzi di coach Romani si troveranno di fronte una squadra che ha dimostrato di vendere cara la pelle sul proprio campo, specie in questa seconda fase, arrivando alla partita con tre vittorie alle spalle e lottando realisticamente per il quarto posto nel girone. Per Arezzo, la sfida di domenica contro la Libertas potrebbe rappresentare a tutti gli effetti una sorta di dentro-fuori dai play-off per cui non sarà facile per i biancorossi.

All’andata i lucchesi vinsero, in casa, seppur disputando nettamente la peggior partita di questa seconda fase. Il merito fu anche degli avversari che riuscirono a non far giocare la squadra di casa ai livelli abituali. Per questa partita di ritorno, invece, c’è da aspettarsi qualcosa di diverso su entrambi i fronti. Arezzo, rispetto all’andata, recupererà due giocatori chiave del quintetto: il playmaker Carlo Provenzal e la guardia Jonathan Kebede. Dal canto suo, la Libertas potrà affidarsi al suo pivot di riferimento Andrea Angelini, assente all’andata.

“Giocheremo su un campo difficile – ha commentato coach Maurizio Romani – più piccolo rispetto al nostro e questo potrà aiutare gli avversari in difesa. Noi però ci stiamo allenando bene e veniamo da un periodo di forma per cui ci presenteremo alla partita decisi e agguerriti. Arezzo ha tanti giocatori bravi e di esperienza per cui sarebbe un errore sottovalutarli. Per vincere, dovremo scendere in campo umili e vogliosi di allungare la classifica”.

L’Amen è una squadra abbastanza completa e molto affiatata. I suoi giocatori di riferimento, oltre a Provenzal e Kebede, sono Matteo Cutini, un 3/4 atletico e molto solido, e Raul Giommetti, pivot che vanta una buona presenza fisica dentro l’area.

Andrea Cosimini

La Libertas batte Fucecchio e mette un’ipoteca sui play-off10/4/2016
LIBERTAS BASKET LUCCA 87
G.S. FOLGORE FUCECCHIO 68

Parziali (20-17; 40-35; 66-49)

LIBERTAS LUCCA: Romei 12, Del Sorbo 4, Masini 6, Raffaelli 20, Angelini 12, Mattei ne, Tellini 10, Lorenzi 14, Genovali 3, Poli 6, Morello. All. Romani
G.S. FOLGORE: Meli 5, Pacini 2, Tessitori 17, Barnini, Stolfi 11, Borsini 9, Strozzalupi 7, Bulleri 1, Cappa 16. All. Barontini

Arbitri: Papini S. di Pistoia e Borselli G. di Firenze

Seconda vittoria consecutiva in casa per la Libertas Basket Lucca che batte la capolista G.S. Folgore Fucecchio e compie un passo importante, quasi decisivo, verso i play-off. Ritmi subito alti in apertura, con Fucecchio poco fortunata al tiro da fuori ma efficace sotto canestro grazie alla solida presenza dentro l'area del pivot Tessitori. La Libertas però tiene bene in difesa e in attacco trova punti facili in contropiede. Il primo quarto è dei lucchesi che chiudono avanti di tre lunghezze. Nel secondo periodo Romei suona la carica per i biancorossi ma una tripla di Stolfi dall'angolo riporta le due squadre in parità sul 29-29. La partita si mantiene in equilibrio per tutto il secondo quarto. Fucecchio continua a fare leva sui centimetri di Tessitori ma la Libertas trova un Lorenzi ispirato dalla linea dei tre punti e riesce a chiudere il primo tempo avanti di 5.

I padroni di casa tornano dagli spogliatoi con la faccia giusta e allungano sul +10. Fucecchio prova ad aumentare i contatti e la partita si fa più fisica. I ragazzi di coach Romani però sono bravi a non perdere la testa e una tripla a fil di sirena di Tellini fa volare i lucchesi sul +17. Nel quarto periodo Fucecchio tira i remi in barca e la Libertas scava così un divario incolmabile. Coach Barontini viene espulso per doppio fallo tecnico e i lucchesi possono amministrare agevolmente il vantaggio fino al termine.

“Siamo contenti di questa bella vittoria – commenta a coach Maurizio Romani – che per noi è molto importante. Dobbiamo sapere con chi abbiamo vinto, ovvero contro un’intrusa nel nostro girone che ha sì una panchina corta, ma anche un potenziale di alto livello per quanto riguarda i primi cinque. Noi abbiamo giocato una partita un po’ a sprazzi: nel primo tempo non c’è stata grande concentrazione in difesa, specialmente su Tessitori per cui il piano partita era di spendere su di lui molti falli ma così non è stato. Buono, invece, il lavoro che abbiamo fatto su Stolfi che veniva da una prestazione super a Carrara. Nel terzo quarto poi abbiamo accelerato. Loro hanno fatto molta difesa a zona e noi siamo stati bravi a trovare canestri con continuità. Questo è un segno di grande miglioramento per noi. Negli ultimi minuti si è giocato con più scioltezza ma abbiamo legittimato il vantaggio preso. Insomma, una partita molto matura e attenta da parte nostra che è cambiata proprio nel momento in cui abbiamo stretto in difesa”.

Andrea Cosimini

La Libertas ospita la capolista imbattuta Fucecchio8/4/2016
Si tratta della prima partita del girone di ritorno, per quanto riguarda questa seconda fase, e della seconda consecutiva in casa per la Libertas Basket Lucca che domani sera (sabato 9 aprile) alle 21 sfiderà la Folgore Fucecchio al Pala Tagliate. Una partita non facile contro la formazione in testa alla classifica e, al momento, imbattuta nel proprio girone. La Libertas, però, già all’andata aveva dimostrato di potersela giocare ad armi pari perdendo di soli 3 punti una gara finita al secondo overtime. I ragazzi di coach Maurizio Romani sono molto carichi dopo la convincente prova contro l’Alberto Galli Terranuova e proveranno il tutto e per tutto per portarsi a casa questi preziosi due punti.

“Fucecchio – ha commentato coach Romani – è una squadra che, certamente, non doveva trovarsi nel nostro girone per il potenziale che ha. Però bisogna dire che, pur essendo già classificata per i play-off, non ha mai brillato nel nostro girone. Questo è un segnale importante per noi perché ci dà forza nel tentativo di far bene contro di loro. Tra l’altro, con ogni probabilità, questa partita rappresenterà l’ultima vera partita per gli avversari prima dei play-off. Essi, quindi, non si faranno certo sorprendere, visto il rischio corso all’andata, per cui non mi aspetto un atteggiamento troppo superficiale da parte loro. Noi dobbiamo partire dal grande lavoro difensivo e di squadra fatto contro Terranuova e sperare in una grande partita”.

Fucecchio vanta una front-line insidiosa, abile soprattutto nel tiro da fuori. Tessitori è, senza dubbio, uno dei lunghi più dominanti dell’intero campionato, poi ci sono Stolfi, giocatore che sta attraversando un grande momento di forma, Cappa, che è in grado di far male dalla linea dei tre punti, Strozzalupi, uno dei migliori all’andata, e, infine, il rientro di un giocatore importante come Melosi. Per la Libertas, invece, bisognerà ancora valutare le condizioni di alcuni giocatori, soprattutto nel reparto lunghi, la cui presenza rimane incerta fino all’ultimo.

Andrea Cosimini

La Libertas si aggiudica il derby under 15 contro il Cmb. A tifare sugli spalti anche la prima squadra5/4/2016
LIBERTAS BASKET LUCCA 63
CMB LUCCA 55

Parziali: (10-18; 30-28; 50-40)

LIBERTAS LUCCA: Galli 8, Lenci 4, Pasquini 4, Gianni 1, Schianchi 6, Pilastro 8, Musetti 12, Patella, Del Chiaro 6, Rugani 2, Fava 4, Giannini 8. All. Muzzarelli
CMB LUCCA: Bonanni 2, Del Guerra 7, Paoli 5, Pocali 4, Miconi 4, Capocchi 3, Maione 19, Del Debbio 2, Cosentino, Cosentino 9. All. Orsi

Un bel derby quello che si è disputato alla palestra Matteotti tra la Libertas Basket Lucca e il Cmb Lucca che ha visto i padroni di casa, guidati da coach Matteo Muzzarelli e dal suo vice Andrea Nicolosi, imporsi 63-55. Comincia meglio il Cmb che, con maggior intensità, si porta avanti di 8 lunghezze (10-18). Poi, nel secondo periodo, la Libertas comincia ad alzare i ritmi mettendo a segno un contro-parziale di 20-10. Nella seconda parte di gara i biancorossi allungano nel punteggio ma senza chiudere definitivamente i giochi. Il Cmb prova diversi schemi in difesa, tra difesa a zona e box-and-one, per cui i ragazzi di coach Muzzarelli si trovano a dover affrontare difese che solitamente non incontrano in campionato. Alla fine, però, la Libertas Lucca si aggiudica il match gestendo abbastanza agilmente il risultato nel finale.

“E’ stata una partita molto bella – ha commentato coach Matteo Muzzarelli – perché i ragazzi stanno facendo un percorso molto tecnico e di letture. Il merito va tutto a loro anche perché è ancora presto per parlare di tattica. Il percorso che sto facendo con i miei giocatori non è tanto improntato sul vincere o meno una partita ma sul miglioramento personale dei singoli giocatori e della squadra. E, in questo senso, i risultati si stanno vedendo”.

Sugli spalti, poi, anche una gradita sorpresa. Erano presenti, infatti, alcuni giocatori della serie C della Libertas Basket Lucca giunti appositamente per far sentire il proprio tifo. Un gesto, molto apprezzato dai giocatori in campo, che va nella direzione di ringraziare gli stessi ragazzi dell’under 15 che costantemente supportano in campionato le partite della prima squadra facendo parte del gruppo ultras “Gli spacca-tamburi”.

“L’idea – ha spiegato coach Muzzarelli – è partita da Matteo Lorenzi, guardia titolare della prima squadra, che mi ha contattato e mi ha chiesto informazioni sul nostro gruppo under 15. Così, a nome di tutta la squadra, mi è stato detto di voler ricambiare il favore in occasione del derby. I giocatori della C sono venuti nello spogliatoio con noi prima della partita ed hanno fatto un discorso ai nostri ragazzi compreso l’urlo iniziale. Si sono poi accomodati sugli spalti per tifare la squadra per poi dover scappare perché avevano l’allenamento. Inutile dire che i miei ragazzi erano estremamente emozionati per la loro presenza…”

Prima della partita e alla fine, per iniziativa del Cmb Lucca, i ragazzi delle due squadre si sono riuniti a centrocampo per fare un urlo tutti insieme. Un gesto molto sportivo che sottolinea ulteriormente la vicinanza tra le due società e la maturità dei ragazzi in campo.

Da segnalare, infine, il ritorno alla vittoria per i ragazzi dell’under 13 guidati da coach Andrea Nicolosi che in casa hanno battuto Livorno 73-60 dopo una partita altalenante. Partenza in favore degli ospiti ma poi forte reazione di orgoglio dei biancorossi che ribaltano l’inerzia del match nel primo tempo. Al rientro dopo la pausa lunga, la Libertas tenta la fuga ma i labronici sono bravi a rimanere con la testa all’interno della partita. Ultimo periodo molto intenso che vede però i biancorossi di coach Nicolosi portare a casa il risultato.

Andrea Cosimini

Vince la Libertas dopo quaranta minuti di battaglia3/4/2016
LIBERTAS BASKET LUCCA 90
A.DIL. ALBERTO GALLI 58

Parziali (20-22; 41-38; 61-46)

LIBERTAS LUCCA: Romei 11, Del Sorbo 3, Masini 3, Raffaelli 23, Angelini 17, Tellini 8, Lorenzi 13, Genovali 4, Poli 4, Morello 4. All. Romani
ALBERTO GALLI: Tello 9, Biccucci 5, Iacomoni 3, Hoxha 3, Dolfi 2, Gironi, Malacario 18, Bianchi 5, Baldi 13, Malile. All. Baggiani

Arbitri: D.Mariotti e D. Uldanck di Pisa

Note: Fallo tecnico a coach Baggiani a 3'9''; fallo antisportivo a Hoxha a 14'01'', fallo antisportivo a Tello a 23'9''; fallo antisportivo a Morello a 27'4''; fallo tecnico a Dolfi a 33'01''; espulso Malacario a 38'24''; espulso coach Baggiani a 38'24''

La Libertas Basket Lucca porta a casa due punti pesanti in chiave qualificazione contro l'A.Dil. Alberto Galli dopo una partita molto fisica e intensa. Aver vinto di 32 punti è importante anche in vista di una situazione di eventuale pareggio perché sarà difficile poi ribaltare la differenza canestri. La Libertas chiude così il gironcino di andata della seconda fase con due vittore ed altrettante sconfitte portandosi al momento a + 6 da Pontedera con un 2-0 favorevole negli scontri diretti.

Più aggressivi i ragazzi di coach Romani che piazzano in avvio un parziale di 11-5. Coach Baggiani si prende un fallo tecnico dalla panchina con la speranza di scuotere i suoi che rispondono con un contro-parziale di 7-1. In transizione i lucchesi fanno fatica negli accoppiamenti difensivi e concedono agli avversari la possibilità di arrivare al ferro con estrema facilità. La Alberto Galli riesce a mettere la testa avanti e chiude in vantaggio di due lunghezze il primo quarto. I biancorossi provano ad aumentare i giri in difesa e un ottimo assist di Romei lancia in contropiede Morello che appoggia al tabellone il canestro del contro-sorpasso (27-26). Baldi sale in cattedra e corona con un assist per Tello un parziale di 7-0 che porta la sua firma. Lorenzi si sblocca e dalla distanza piazza una delle sue micidiali triple che riportano i lucchesi sul +1. Le due squadre si caricano di falli e chiudono il primo tempo dalla lunetta con la Libertas che la spunta per 3 punti.

La Libertas si ripresenta in campo dopo l'intervallo lungo con nuove energie e piazza un parziale di 10-2 che costringe coach Baggiani a richiamare in panchina i suoi. Gli ospiti cercano di far prevalere la loro fisicità ma la Libertas non si fa intimorire e tocca il massimo vantaggio sul +16. La partita si sporca. La Alberto Galli prova a mettere in crisi la Libertas con un pressing difensivo a tutto campo ma i biancorossi riescono a chiudere comunque il terzo quarto 61-46. Nel quarto periodo i lucchesi volano sul +20 complici anche le sviste difensive avversarie. I ragazzi di coach Baggiani si affidano troppo al tiro da tre per la rimonta ma le percentuali non gli danno ragione. Il divario rimane pressoché invariato per quasi tutto il quarto ma l'inerzia è tutta a favore dei lucchesi che toccano persino il +32 e chiudono agevolmente la partita 90 a 58.

“Sono molto contento – ha commentato coach Maurizio Romani - e faccio i miei complimenti agli arbitri per non aver permesso che fossero premiate certe esagerazioni. Che si sarebbe trattato di una partita dura e difficile lo sapevamo già in partenza e proprio per questo l’abbiamo preparata con attenzione. Terranuova è una squadra combattiva e di carattere, che non molla mai e che sa trova tante soluzioni tattiche. Noi siamo stati semplicemente più bravi, soprattutto nella ripresa, prima a prendere un buon margine di distanza poi ad essere cinici nel difenderlo soprattutto nel terzo quarto e all’inizio dell’ultimo. Abbiamo fatto un lavoro difensivo eccellente sui loro migliori giocatori, Dolfi e Tello, ridotti quasi ai minimi termini. Forse nei primi due quarti siamo stati poco attenti al lavoro di squadra e abbiamo sofferto un po’ Malacario, ma poi ci siamo adattati bene passando dall’assetto classico con i due lunghi al quintetto abbassato che ci ha permesso di giocare meglio”.

Andrea Cosimini

Partita chiave per la Libertas contro l’A.Dil. Alberto Galli1/4/2016
Una partita chiave per la Libertas Basket Lucca che domani (sabato 2 aprile) dovrà difendersi in casa contro la A.Dil. Alberto Galli, una tra le rivali più pericolose del girone in corsa per gli spareggi. La palla a due è fissata per le 21 al Pala Tagliate. Si tratta di una sfida importante perchè un’eventuale vittoria permetterebbe ai biancorossi di mantenere quattro punti di distanza dalla quinta in classifica con un record favorevole di 2-0 per quanto riguarda gli scontri diretti.

Dall’altra parte, però, la Libertas si troverà ad affrontare una squadra che ha il morale a mille dopo aver collezionato tre vittorie su altrettante partite nel girone di seconda fase. Al momento due soli punti distanziano le due squadre in classifica per cui l’A.Dil. Alberto Galli cercherà a tutti i costi l’aggancio e, quindi, il sorpasso. Obiettivo dei ragazzi di coach Romani sarà quello di difendere il proprio campo e portare a casa due punti pesanti che darebbero una bella iniezione di fiducia alla squadra in vista del girone di ritorno.

“Mi aspetto una partita parecchio fisica e intensa – commenta coach Maurizio Romani – contro una squadra molto carica e in palla. L’A.Dil. Alberto Galli ama giocare in contropiede, predilige l’uno contro uno, e in generale gioca di istinto con dei limiti però in difesa. Gli avversari hanno iniziato male la stagione per poi cambiare passo con l’arrivo di un allenatore esperto come Baggiani. Noi abbiamo raccolto meno di quanto meritavamo in questa seconda fase e ora dovremo cercare di vincere almeno tutte le partite in casa. Per quanto riguarda la nostra salute fisica, al di là dei vari acciacchi, speriamo di recuperare al meglio i nostri due lunghi, Angelini e Genovali, mentre Morello resterà in forte dubbio fino alla fine”.

Per quanto riguarda i punti forza dell’A.Dil. Alberto Galli, due sono i giocatori che la Libertas dovrà tenere sott’occhio: da una parte Tello, guardia tiratrice e grande realizzatore, e dall’altra Dolfi, un tre/quattro che in questa seconda fase sta viaggiando a circa 27 punti di media.

Andrea Cosimini