Home Prima
Squadra
Giovanili Società Tornei Sezione
Atleti
News Forum  Foto & 
Video
Link &
Sponsor
Area
Riservata
Credits


News - Febbraio 2016

Raffaelli decide sulla sirena il derby e la Libertas vince 21/2/2016
GEONOVA LUCCA 69
LIBERTAS LUCCA 71

Parziali (18-25; 29-41; 50-51)

GEONOVA LUCCA: Drocker 10, Puccinelli ne, Loni 13, Danesi 12, Del Debbio 2, Tozzini 6, Porciani 2, De Falco 17, Pierini 7, Meucci. All. Piazza
LIBERTAS LUCCA: Romei, Del Sorbo 2, Masini 7, Raffaelli 18, Alikalfic ne, Mattei ne, Tellini 13, Lorenzi 14, Poli 10, Morello 7. All. Romani

Arbitri: M.Luppichini di Viareggio (LU) e A.Panelli Montecatini Terme (PT)

Note: Tecnico a Danesi al 19'23'', Tecnico a coach Romani a 33'7'', Tecnico a De Falco a 35'29''

La Libertas Basket Lucca si aggiudica uno strepitoso derby, sia per partecipazione di pubblico che per spettacolo offerto in campo, grazie ad un tiro sulla sirena di Raffaelli. Nel primo quarto parte bene la Libertas che firma subito un parziale di 10 a 2 complice anche l'ottima precisione al tiro dalla lunga distanza. I ragazzi di coach Romani colmano il gap atletico e fisico nei confronti degli avversari con una difesa aggressiva che frutta diverse situazioni di contropiede. Sul 12-21 coach Piazza è costretto a bloccare la partita per scuotere suoi. La Libertas però non perde la concentrazione e gioca il secondo quarto sulla falsa riga del primo chiudendo sul +12 la prima metà di gioco.

Nella ripresa la Libertas, prima tocca il massimo vantaggio sul 34-49, poi deve fare i conti con il rientro in partita dei padroni di casa che firmano con una tripla di Drocker il -6. L'ultimo quarto si gioca punto a punto. Una tripla di De Falco al 32' regala addirittura il primo vantaggio della partita alla Geonova. Cresce il livello di agonismo e si infiamma il clima sugli spalti. Nel finale di partita salgono in cattedra De Falco e Drocker che assieme ribaltano il punteggio sul +6 per la Geonova. La Libertas comunque non cede di un millimetro e con un tiro in sospensione di Raffaelli si riporta in parità sul 66-66. Ultimo minuto di puro agonismo con Raffaelli protagonista su entrambe le metà campo: prima firma dalla lunetta il +1, a 16'' dal termine, poi strappa un prezioso rimbalzo in attacco e subisce fallo a 5'4''. Glaciale dalla lunetta, Raffaelli piazza un 2/2 che vale il 69 a 66 per la Libertas. Poli però commette fallo su Drocker che ha così la possibilità di impattare con tre tiri liberi. Nonostante la pressione, il capitano fa 3 su 3. Ultimo tiro affidato a Raffaelli che decide l'incontro sulla sirena.

"Siamo molto contenti - ha dichiarato a caldo coach Romani - perchè abbiamo fatto una partita straordinaria. Una vittoria che, seppur non decisiva per la seconda fase, è arrivata dopo una partita vera giocata con grande motivazione. Alla vigilia eravamo dati per spacciati, sia per il loro potenziale sia per le nostre pesanti assenze in campo. Tellini e Mattei inoltre non erano in condizioni fisiche perfette e il nostro unico lungo Masini ha avuto grossi problemi di falli per tutta la partita. I primi due quarti li abbiamo comunque giocati in maniera spettacolare, sia per intensità che per il modo con cui abbiamo attaccato con quattro piccoli. Solo a fine terzo quarto abbiamo avuto un calo anche a causa dei pochi fischi a nostro favore quando la gara si è fatta più fisica. Nel finale però abbiamo avuto la freddezza di trovare canestri che ci hanno tenuti in partita. Bravo Raffaelli, perchè non era facile realizzare i due tiri liberi del +1. Un errore in difesa su Drocker, al quale abbiamo concesso ricezione e tiro, ci poteva costare caro ma alla fine abbiamo evitato di giocare il supplementare. E' stato un piacere aver visto tanta gente sugli spalti e penso che chi era in tribuna si sia divertito perchè la partita è stata godibile. Numerosi erano i nostri tifosi e siamo contenti di averli ripagati in questo modo".

Andrea Cosimini

Il derby tra Libertas e Geonova chiude la prima fase 19/2/2016
Sarà il derby cittadino tra la Libertas Basket Lucca e la Geonova, in scena domani sera (sabato 20 febbraio) alle 21 al Pala Tagliate, a chiudere ufficialmente la prima fase del campionato di serie C Silver. Una partita dal valore relativo, se ne facciamo una questione di classifica, ma che rappresenta comunque un’occasione importante per chiudere in positivo la stagione di entrambe le squadre. Da una parte la Libertas, alle prese ancora con gli infortuni dei lunghi Genovali e Angelini (più altre probabili defezioni), reduce però da una convincente vittoria contro Juve Pontedera che le è valsa la testa del proprio girone nella seconda fase. Dall’altra la Geonova, una squadra molto solida, dal forte impatto fisico ed atletico, costruita per prestazioni di vertice. All’andata la Libertas uscì sconfitta dopo una gara, equilibrata per i primi due quarti, giocata però con un handicap difensivo in partenza. La Geonova si aggiudicò così la partita grazie anche ad un parziale piazzato nel finale del terzo quarto.

“Si tratta di una partita relativamente sentita – ha commentato coach Maurizio Romani – perché le due società collaborano strettamente a livello giovanile e, in campionato, hanno due squadre costruite con budget e ambizioni differenti. Vorrei che questo messaggio amichevole passasse anche sugli spalti affinché non si ripetano, come all’andata, episodi di offese e insulti nei confronti di alcuni nostri giocatori da parte di una frangia di tifosi. All’andata si trattò di una sconfitta indolore, da parte nostra, dato il diverso rapporto di forza tra le due squadre. Domani faremo di tutto per ridurre il gap fisico e atletico e cercheremo di fare una buona partita per chiudere bene questa prima fase di campionato per noi molto positiva. La Geonova vanta un quintetto di giocatori molto esperti e maturi, a partire da De Falco che è a tutti gli effetti il leader della squadra: un giocatore carismatico, fuori categoria, con un’ottima visione di gioco e una grande fisicità”.

Andrea Cosimini

La Libertas porta a casa lo scontro diretto con Pontedera14/2/2016
LIBERTAS BASKET LUCCA 64
JUVE PONTEDERA 47

Parziali (27-11; 40-16; 52-38)

LIBERTAS LUCCA: Romei 7, Del Sorbo, Masini 8, Raffaelli 11, Alikalfic ne, Mattei, Tellini 3, Lorenzi 17, Poli 12, Morello 6. All. Romani
JUVE PONTEDERA: Minuti 3, Casavecchia 10, Batori 6, Manfredini, Bulleri 6, Canigiani 4, Granchi 15, Susini 3, Gorini ne, Doveri ne. All. Angelucci

Arbitri: De Luca M. di Siena e Toscano G. di Asciano (SI)

Note: Masini antisportivo a 5'52'', Mattei antisportivo a 16'12'', Del Sorbo tecnico a 27'27'', Romani espulso a 29'50''

La Libertas Lucca riscatta il risultato dell'andata e batte Juve Pontedera 64 a 47 dopo una partita condotta dall’inizio alla fine. I ragazzi di coach Romani sono scesi in campo subito con l'atteggiamento giusto firmando un parziale di 27 a 11 grazie anche ad una difesa aggressiva che ha costretto gli avversari a perdere molti palloni a metà campo. Nel secondo quarto Pontedera, priva di Ruberti, ha faticato a trovare la giusta concentrazione in attacco e i padroni di casa ne hanno approfittano per toccare il massimo vantaggio della partita sul +27. Nella ripresa però gli ospiti hanno recuperato fino al -14 approfittando anche dell'espulsione per doppio fallo tecnico di coach Romani. Dagli spalti hanno cominciato a farsi sentire i tifosi biancorossi e la partita è salita di intensità negli ultimi cinque minuti quando i ragazzi di coach Angelucci si sono fatti insidiosi fin sul -13. Ultimi 2'30'' di grande agonismo con i lucchesi che però si sono dimostrati più lucidi nel finale.

"E’ stata una grande vittoria – ha commentato a fine partita coach Maurizio Romani -. Abbiamo fatto qualcosa di straordinario affrontando questo scontro diretto senza i nostri lunghi titolari, Genovali e Angelini, così fondamentali per noi in quanto non abbiamo giocatori con le stesse caratteristiche e lo stesso impatto. Romei poi ha recuperato in extremis, dopo più di un mese di infortunio per un problema alla spalla, ed è stato decisivo nei minuti finali. Insomma, abbiamo dimostrato fin da subito il giusto atteggiamento in campo e nei primi due quarti abbiamo messo sotto gli avversari in maniera netta. Siamo stati bravi a sorprendere gli avversari grazie a un assetto con quattro esterni, voluto non solo per scelta tattica, ma anche perché obbligati dalle numerose assenze. Ringrazio i miei ragazzi perché hanno reagito in maniera esaltante ad una settimana difficilissima contro un’avversaria di indubbio valore come Juve Pontedera. Personalmente ho pagato con un’espulsione, sicuramente eccessiva, perché nel terzo quarto ho visto i miei ragazzi rilassarsi. Bravo Giulio Bernabei, il mio assistente, a gestire la partita nei minuti finale e a ribaltare l’inerzia. Adesso ci godiamo questo successo, con molta tranquillità, e speriamo di recuperare le nostre condizioni fisiche”.

Andrea Cosimini

Libertas: scontro diretto contro Juve Pontedera12/2/2016
La Libertas Basket Lucca affronterà domani (sabato 13 febbraio) alle 21, al Pala Tagliate, il diretto concorrente Juve Pontedera in una sfida importante in vista della seconda fase. Nella testa dei lucchesi c’è ancora la partita di andata, persa con otto punti di divario, a seguito di una prestazione non bellissima ma che ha permesso comunque ai biancorossi di arrivare ad un soffio dalla vittoria. Tanta voglia di riscatto, quindi, nonostante la critica situazione a livello di infortuni che però ha segnato anche la stagione avversaria. Pontedera registra infatti pesanti assenze ma, a differenza dei lucchesi, può contare su tre nuovi innesti e il cambio di allenatore avvenuto a fine novembre.

La partita si prospetta comunque equilibrata, anche se la Libertas dovrà colmare lo svantaggio nel reparto lunghi. Tra i giocatori chiave avversari ci sono Susini, abile stoppatore che conosce bene il gioco ed in grado di coinvolgere i compagni, e il neo-acquisto Granchi, giovane atleta con punti nelle mani che fa dell’uno contro uno il suo punto di forza. I ragazzi di coach Maurizio Romani dovranno prestare particolare attenzione anche a Canigiani, veterano da non sottovalutare per la sua esperienza, e ai tanti giovani pericolosi in grado di fare ottime prestazioni in campo.

“Vogliamo fare una grande partita – ha commentato coach Romani – e siamo molto motivati dopo l’orgogliosa prestazione nel secondo tempo contro Valdisieve. La chiave sarà l’atteggiamento con cui scenderemo in campo. I miei ragazzi dovranno scendere sul parquet con gli occhi della tigre, duri e determinati, con lo scopo, prima di tutto, di vincere la partita. Dovremo essere bravi ad inventarci diverse soluzioni, cambiare assetto, e renderci duttili e reattivi. L’aspetto mentale sarà fondamentale quindi ci appelliamo anche ai nostri tifosi, che sono stati straordinari durante la partita contro l’Audax Carrara, e che spero faranno sentire la loro presenza sugli spalti”.

Andrea Cosimini

Libertas: partita a due facce contro Valdisieve6/2/2016
ASD VALDISIEVE 70
LIBERTAS LUCCA 56

Parziali (19-5; 37-17; 46-33)

VALDISIEVE: Bandinelli 6, Lastrucci, Corsi 11, Rossi 10, Occhini 12, Coccia 14, Cherici 4, Fracassini 10, Trentani 3, Bianchi. All. Pescioli
LIBERTAS LUCCA: Del Sorbo 2, Masini 5, Raffaelli 11, Angelini 8, Alikalfic, Mattei 2, Tellini 10, Lorenzi 8, Poli 6, Morello 4. All. Romani

Arbitri: G.Monciatti di Siena (SI) e C.Zanzarella di Siena (SI)

Partita a due facce contro Valdisieve con la Libertas che gioca un brutto primo tempo per poi cambiare completamente volto nella seconda metà di gioco. Nel primo periodo i lucchesi tengono abbastanza bene in difesa ma tirano un irreale 1/20 dal campo che frutta ai biancorossi un bottino di soli 5 punti. Valdisieve approfitta invece dei suoi tiratori e firma un parziale di 19 a 5 grazie soprattutto ai canestri preziosi del trio Corsi, Occhini e Coccia. Nel secondo quarto la partita si scalda, ma i padroni di casa vanno comunque negli spogliatoi con un margine importante di 20 punti. Solo nella ripresa i ragazzi di coach Romani provano a reagire e rimontano fino al -13. Purtroppo però continua la serata no al tiro per i lucchesi che invece fanno vedere buone cose in difesa costringendo gli avversari a perdere molti palloni per infrazione di 24 secondi. Nell'ultimo quarto la partita viene completamente riaperta. La Libertas si riporta a sole 9 lunghezze di distanza quando mancano 3'56'' dal termine. I ragazzi di coach Pescioli però tengono bene nei minuti finali e chiudono la partita 70 a 56.

"Abbiamo pagato l'indecente prestazione nei primi due quarti - ha commentato a caldo coach Maurizio Romani - mentre nel secondo tempo è stata un'altra partita. A prescindere dalle pesanti assenze di Romei e Genovali, Valdisieve ha saputo punire la leggerezza con cui siamo scesi in campo all’inizio. Nel secondo tempo abbiamo aumentato i giri in difesa e in attacco abbiamo corso di più. Purtroppo però quando giochi così contratto e titubante per due quarti dopo è difficile rimontare. Abbiamo perso meno palloni di loro e abbiamo preso 16 tiri in più dal campo. E’ impensabile però vincere tirando con così basse percentuali. Certo ci sono stati alcuni fischi arbitrali dubbi nei nostri confronti, ma queste non sono scusanti. Dispiace per come siamo entrati in campo all'inizio, ma c'è soddisfazione per come abbiamo ripreso nel secondo tempo. La testa ora vola alla prossima sfida, in casa, contro Juve Pontedera che rappresenta per noi uno scontro diretto".

Andrea Cosimini

La Libertas tenta il riscatto a Valdisieve5/2/2016
La Libertas Basket Lucca torna in campo domani sera (sabato 6 febbraio), alle 18.30, contro Valdisieve per riscattare il risultato dell’andata. I biancorossi infatti persero in casa di un solo punto, beffati sulla sirena da una tripla di Cherici, dopo aver disputato comunque un’ottima partita. Per Valdisieve si tratterà di una sfida importante, in quanto si gioca un posto tra le prime quattro in classifica, mentre la Libertas giocherà per riscattare i due punti buttati via all’andata in maniera troppo avventata. Purtroppo coach Maurizio Romani dovrà ancora fare i conti con gli infortuni, a partire da Romei e Genovali, ma con il recupero di Angelini la cui assenza in campo pesò notevolmente nella partita di andata.

Dal canto suo, Valdisieve potrà disporre in campo di Occhini, un’ala/guardia da 14.1 punti a partita, giocatore in grado di prendersi molte responsabilità. Anche il reparto esterni di Valdisieve è da tenere d’occhio: Corsi, Rossi e Cherici sono giocatori veloci e con molti punti nelle mani. Infine, massima attenzione sotto canestro per la presenza di un pivot in grado di prendere molti rimbalzi come Fracassini.

“Sulla carta – commenta l’assistant-coach Giulio Bernabei – la partita sarà più importante per loro che per noi. Questo non vuol dire che non giocheremo fino alla morte. Mi aspetto una partita “maschia” con un’altissima intensità. Valdisieve è una squadra che vanta ottimi esterni in grado di correre veloci in contropiede e abili nell’uno contro uno. Non sarà una partita troppo tecnica quanto piuttosto atletica. Il nostro obiettivo sarà quello di difendere forte, come sappiamo fare, ed arrivare a giocarcela punto a punto nei minuti finali. Arriviamo alla partita in deficit, a causa degli infortuni, ma mi aspetto comunque una gara molto agonistica”.

Andrea Cosimini