Home Prima
Squadra
Giovanili Società Tornei Sezione
Atleti
News Forum  Foto & 
Video
Link &
Sponsor
Area
Riservata
Credits


News - Novembre 2015

La Libertas cade al supplementare contro Pontedera28/11/2015
JUVE PONTEDERA 72 OT
LIBERTAS BASKET LUCCA 64

Parziali (15-15; 27-30; 50-54; 62-62)

JUVE PONTEDERA: Minuti 3, Ruberti 6, Casavecchia 3, Chiarugi 5, Bulleri 21, Canigiani 7, Gorini, Susini 17, Batori 3, Manfredini 3. All. Angelucci
LIBERTAS LUCCA: Romei 1, Del Sorbo 2, Masini 9, Raffaelli 13, Angelini 7, Tellini 4, Lorenzi 18, Genovali, Poli 2, Morello 8. All. Romani

Arbitri: Biancalana F. (PI) e Spadaro E. (PI)

La Libertas Basket Lucca si arrende al supplementare contro lo Juve Pontedera per 72 a 64 dopo un match giocato sul filo dell’equilibrio. Una brutta partita, in generale, interrotta anche da un guasto tecnico al tabellone durante il gioco. Per i padroni di casa ha fatto la voce grossa il giovane playmaker Bulleri, autore di alcune triple importanti che hanno fatto molto male agli avversari. Per i ragazzi di coach Maurizio Romani, invece, una prestazione sotto le righe visto anche l’atteggiamento poco deciso dimostrato in campo. La partita era molto importante per entrambe le squadre in quanto rappresentava uno scontro diretto tra formazioni della stessa fascia. Alla fine ne è uscito vincitore lo Juve Pontedera senza sfoderare una prestazione brillante ma conquistando comunque due punti chiave per la classifica. Per chiudere il girone di andata, adesso, i lucchesi dovranno affrontare il derby con il Cmb Lucca di coach Piazza.

“Abbiamo perso al supplementare dopo una bruttissima partita – commenta a caldo coach Romani – dopo aver giocato molto al di sotto del nostro potenziale. La partita è stata segnata da alcuni guasti tecnici al tabellone e da un arbitraggio rivedibile soprattutto nel finale. In generale, invece, c'è stato equilibrio a livello di punteggio con la sensazione che se avessimo dato un po’ di più saremmo potuti andare via in ogni momento. Sono deluso dalla prestazione dei miei, poco duri e sufficientemente decisi in campo. E' la seconda partita che regaliamo agli avversari e la nostra difesa è stata poco concentrata e attenta. Insomma, ci siamo messi nelle condizioni di perdere. Pontedera non è una squadra superiore a noi ed ha giocato anch’essa una partita non brillante. Alla mia squadra è mancato, però, il furore agonistico”.

Andrea Cosimini

Libertas: prova importante contro Juve Pontedera27/11/2015
La Libertas Basket Lucca torna in campo domani (sabato 28 novembre) contro lo Juve Pontedera in trasferta, alle 18.30, presso il palazzetto dello sport “E.Zoli”. Dopo la beffarda sconfitta in casa contro Valdisieve, i ragazzi di coach Maurizio Romani vogliono assicurarsi così il quarto scontro diretto, tra squadre della stessa fascia, del girone di andata. Pontedera, reduce da una pesante sconfitta in casa della Virtus Siena, affronta con convinzione il match casalingo contro la Libertas anche alla luce dei grandi cambiamenti in panchina che hanno visto l’arrivo di un nuovo allenatore esperto e di due importanti innesti nel roster, nel giro delle ultime due settimane. D’altro canto, la Libertas arriva alla penultima giornata di campionato con una situazione infortuni leggermente migliore, anche se rimangono le incognite Angelini e Tellini, quest’ultimo in forse fino a domani per un’infiammazione. Per i lucchesi, insomma, la posta in gioco è alta visto l’alto coefficiente di difficoltà del match e portare a casa due punti in questa circostanza rappresenterebbe una prova di maturità molto importante.

“Il nostro obiettivo – commenta il coach biancorosso – è di andare a Pontedera per vincere. In questo modo chiuderemmo il girone di andata con quattro vittorie su altrettanti scontri diretti. Dopo le difficoltà registrate in questa prima parte di campionato, la società avversaria ha subito reagito con una piccola rivoluzione interna e sono convinto che domani ci troveremo di fronte una squadra molto agguerrita. I giocatori vorranno dimostrare una reazione positiva davanti al proprio pubblico”. La formazione guidata da coach Massimo Angelucci vanta un roster di tutto rispetto con due lunghi tecnici ed esperti come Susini e Canigiani, una guardia solida come Ruberti e il giocatore di riferimento Falchi che potrebbe rientrare proprio con la Libertas Lucca. Da tenere d’occhio, infine, i due esterni Batori e Manfredini. “Da parte nostra – conclude Maurizio Romani – c’è tanta voglia di far bene e di ripetere l’ottima prestazione contro Valdisieve. La squadra ha reagito bene dopo la beffa casalinga e ora deve lavorare per essere più concreta nei finali di partita”.

Andrea Cosimini

Libertas beffata sul finale contro Valdisieve22/11/2015
LIBERTAS LUCCA 66
VALDISIEVE 67

Parziali (18-16; 35-27; 55-44)

LIBERTAS LUCCA: Romei 8, Del Sorbo 1, Masini 5, Raffaelli 6, Alikalfic ne, Tellini 7, Lorenzi 13, Genovali 20, Poli, Morello 6. All. Romani
VALDISIEVE: Bandinelli 9, Sargenti, Lastrucci ne, Corsi 5, Rossi 23, Coccia 9, Cherici 15, Fracassini, Trentani 6, Bianchi. All.Pescioli

Arbitri: Mariotti D. di Cascina (PI) e Chiarugi A. di Pontedera (PI)

Beffata sul finale dopo aver condotto praticamente tutto il match. La Libertas si arrende di un solo punto contro Valdisieve a 4'' dal termine. Primo quarto che vede protagonisti i biancorossi con una difesa efficace sui lunghi avversari e una buona intensità in attacco. Valdisieve non trova le giuste misure offensive e cede al nervosismo per i troppi tiri sbagliati. I lucchesi ne approfittano, grazie anche a un Romei scatenato, e volano sul +13. Sul finire del secondo quarto, però, la Libertas si fa prendere dalla troppa fretta di attaccare e concede agli avversari la possibilità di ritornare sotto di otto lunghezze. Nella ripresa Valdisieve si rimette a contatto ma finalmente si sblocca Lorenzi che piazza un parziale di 5 punti che ristabilisce le distanze. In attacco sale in cattedra anche Genovali, mentre gli ospiti faticano a ribaltare l'inerzia del match. Nel quarto periodo i ragazzi di coach Pescioli si riportano però a -2 e il finale è al cardiopalma. Una tripla di Cherici a circa 4'' dal termine beffa la Libertas che perde in casa di un solo punto.

"Una partita dura da commentare - esordisce coach Romani - soprattutto quando metti sotto per tutta la partita una squadra di livello più alto, poi perdi con un canestro a 4 secondi dalla fine. Una vittoria che avevamo costruito con merito, con le giuste soluzioni contro le iniziative avversarie. Il punteggio all'intervallo non dice tutto sulla qualità che abbiamo messo in campo. Abbiamo fatto però dei grossi regali e la differenza non la fa tanto la tripla finale quanto come abbiamo tirato i liberi e le palle perse durante tutto l'arco della partita. Il finale è stato, certo, amarissimo ma la qualità della nostra partita è stata molto buona contro una formazione di primissima fascia. Una sconfitta non facile da digerire insomma. Faccio comunque i complimenti ai miei, ma purtroppo nello sport vincono prima di tutto gli agonisti"

Primo tempo. Partono bene in difesa i biancorossi e in attacco piazzano subito un parziale di 4-0 che costringe coach a chiedere il primo time-out dopo appena due minuti di gioco. Valdisieve si sblocca con due giocate aggressive di Rossi e Coccia, ma Tellini intercetta un prezioso pallone a centrocampo e chiude il contropiede con un lay-up completamente smarcato. L'inerzia cambia con una tripla di Trentani che costringe stavolta il coach biancorosso a richiamare in panchina i suoi sul -2. La Libertas risponde bene con una palla recuperata da Romei, poi concretizzata in due punti importanti, e due canestri consecutivi di Genovali dalla media distanza. Valdisieve migliora la propria circolazione di palla e si tiene a contatto con il tiro dalla distanza. Nel secondo quarto Valdisieve passa a zona per contenere l'attacco lucchese, ma in difesa la Libertas continua a mettere in difficoltà gli avversari. Romei e Morello suonano la carica e portano la squadra di casa sul +7. Masini, sulla sirena dei 24 secondi, firma dalla distanza addirittura il +10. La partita si scalda, nelle fila avversarie cresce il nervosismo e la Libertas ne approfitta con Romei per allungare il vantaggio sul 29 a 16. Coccia, sotto canestro, prova a rimettere in partita i suoi che aumentano anche il pressing in difesa. La Libertas spreca tre azioni in attacco per la troppa fretta e vanno all'intervallo con solo 8 punti di vantaggio.

Secondo tempo. Nella ripresa gli ospiti provano ad alzare il ritmo su entrambe le metà campo. Trentani piazza due pesanti triple che riportano Valdisieve a contatto sul -3. Lorenzi (0 punti, con 0/4 dal campo fino a quel momento) si sblocca con un 2/2 importante dalla lunetta che gli dà fiducia per piazzare anche la tripla successiva. Genovali firma dalla lunga distanza il +12 ed è protagonista anche di due canestri dentro l'area facilmente appoggiati al vetro. Valdisieve comincia a trovare difficoltà anche dalla lunetta e chiude il terzo periodo sotto di 11. Il quarto periodo si apre con i biancoverdi che si fanno di nuovo sotto nel punteggio. La difesa lucchese abbassa un pò la guardia e nella metà campo offensiva il canestro si fa più piccolo. Coach Romani deve chiamare time-out per far rifiatare i suoi in vista di un finale punto a punto. Rossi e Corsi però suonano la carica per la squadra ospite che a questo punto si fa insidiosa sul -2. Lorenzi è ufficialmente della partita e fa sentire la sua presenza in campo, prima con una tripla micidiale dall'angolo poi con un 2/2 pesante dalla lunetta. Coach Pescioli deve richiamare in panchina i suoi per organizzare al meglio la rimonta. A 1' dal termine i lucchesi sono avanti di 9 lunghezze. Valdisieve aumenta i giri in difesa e rimonta in un amen 5 punti. Tellini fa 1/2 dalla lunetta. Cherici, dall'altra parte, trova un canestro da circo che vale per gli ospiti il -3. Lorenzi piazza un 1/2 fondamentale che vale il doppio possesso di distanza. Valdisieve risponde con un canestro da due rapido e Morello dalla lunetta fa 0/2. Cherici piazza una tripla a 4.5'' al termine che regala vantaggio e partita agli ospiti.

Andrea Cosimini

Cliente complicato per la Libertas: domenica arriva Valdisieve20/11/2015
La Libertas Basket Lucca affronterà domenica (22 novembre) alle 18, presso il Pala Tagliate a Lucca, l’A.S.D. Valdisieve dopo lo storico successo ottenuto fuori casa contro l’Audax Carrara. Una sfida certo non facile per i ragazzi di coach Maurizio Romani contro una squadra di alta classifica che ha dimostrato in questo campionato di potersela giocare al vertice. Leggermente migliore la situazione infortuni per i biancorossi, con diversi giocatori in recupero, ma con le solite incognite di Lorenzi e Angelini. Valdisieve viene da uno stop in casa contro la Virtus Siena e domenica cercherà di strappare a tutti i costi due punti in casa della Libertas. I lucchesi, d’altro canto, hanno dimostrato una grande maturità finora vincendo tutte le partite contro squadre della stessa fascia e vuole proseguire la sua crescita giocandosela alla pari anche con le formazioni più blasonate del campionato. Dopo le due buone prestazioni contro la Liburnia Basket e Pino Dragons Firenze, coach Romani chiede ai suoi di fare un ulteriore sforzo e restare concentrati fino alla fine del match.

“Valdisieve è una squadra buona – commenta il coach – che ha mire ambiziose in campionato. Vanta nel roster sei giocatori sopra la doppia cifra di media il che rende difficile per noi trovare un punto di riferimento in difesa. Loro sono molto grossi sotto canestro, grazie ai due pivot Fracassini e Trentani, e rispetto a noi c’è una differenza fisica sostanziale. Valdisieve è una squadra a cui piace giocare a ritmi controllati, quindi il nostro obiettivo sarà quello di farli correre”. L’ultima vittoria in casa dell’Audax Carrara ha dato fiducia ai ragazzi di Romani che ora vogliono confermare i progressi fatti nelle ultime gare. “La nostra difesa – conclude il coach biancorosso – si è dimostrata molto buona in queste prime 8 giornate di campionato. Da lì dobbiamo assolutamente ripartire per fermare una squadra offensivamente molto completa, con tanti giocatori con punti nelle mani, che la rende un cliente molto complicato da affrontare”. Tra gli esterni di Valdisieve un occhio di riguardo anche per Occhini, giocatore molto abile a trovare canestri nei più svariati modi.

Andrea Cosimini

La Libertas scrive un altro pezzo di storia contro l’Audax 15/11/2015
AUDAX CARRARA 56
LIBERTAS BASKET LUCCA 62

Parziali (17-14; 27-28; 46-51)

AUDAX CARRARA: Cruz 14, Montagnoli 18, Manzini 4, Menicocci 4, Ramon 8, Viola 3, Croce 1, Melagari, Putti 4, Munoz. All. Buffa
LIBERTAS LUCCA: Romei 1, Raffaelli 10, Genovali 13, Poli 6, Morello 10, Del Sorbo 2, Masini 2, Alikalfic, Tellini 11, Lorenzi 7. All. Romani

Arbitri: Mazzoni L. di Empoli e Canistro M. di Firenze

La Libertas tiene a zero punti in classifica l’Audax Carrara e scrive un altro pezzo di storia collezionando la prima vittoria in assoluto in trasferta nel campionato di serie C. Nei primi due quarti i lucchesi hanno pagato tantissimo una disattenzione che ha permesso ai padroni di casa di piazzare un pesante parziale di 9 punti ma, in generale, la partenza non è stata negativa. Coach Maurizio Romani ha trovato punti importanti in contropiede da Raffaelli che è stato fin da subito molto incisivo in campo. I biancorossi hanno difeso bene, e questo ha fruttato tanti recuperi, ma hanno pagato un pò la troppa intensità giocando un basket disordinato che si confaceva più agli avversari. Nella ripresa, invece, la Libertas ha reagito con un terzo quarto di assoluta qualità e ha trovato punti importanti sotto canestro da Genovali. L’Audax ha trovato sempre canestri difficili che gli hanno permesso di rimettersi in partita ogni volta che i lucchesi hanno provato a scappare. Ultimo quarto combattuto, con difese più fisiche, e solo l’imprecisione dalla lunetta (1/6) a 30 secondi dalla fine non ha permesso agli ospiti di vincere con maggiore tranquillità.

“Sono molto contento – commenta a caldo coach Romani – perché vincere in trasferta non è mai facile. E’ stata una partita difficile perché l’Audax è sempre rimasta a contatto nel punteggio. Era, però, una partita chiave che dovevamo portare a casa. Da parte mia c’è molta soddisfazione perché, con questa, collezioniamo tre vittorie contro altrettante squadre del nostro potenziale incontrate finora in campionato”. La Libertas ha dovuto fare i conti ancora una volta con una situazione infortuni difficile, a partire da Lorenzi, utilizzato col contagocce e al 20 per cento della sua forma fisica, a cui si sono aggiunte le pesanti assenze di Angelini, Mattei e Pupparo. L’Audax, d’altra parte, era priva del suo giocatore di riferimento Fabio Valenti. “Lorenzi alla fine è stato in campo più del previsto – conclude il coach biancorosso – e nell’ultimo quarto ci ha regalato canestri importanti. E’ stata una vittoria meritata, ma l’aver sbagliato così tanti tiri liberi sul finale di partita poteva costarci caro. Torniamo a casa con una vittoria dal sapore speciale perché sancisce, nella storia della nostra società, i primi due punti in trasferta nel campionato di serie C. Adesso speriamo che dal reparto infermeria giungano notizie più positive”.

Andrea Cosimini

Libertas: la posta in palio è alta contro l’Audax14/11/2015
Si giocherà domenica (15 novembre) alle 18.30, presso il palasport di Carrara, l’incontro valido per l’ottava giornata del campionato di serie C silver tra l’Audax Carrara e la Libertas Basket Lucca. Una partita fondamentale per i lucchesi contro una squadra molto giovane e ancora a secco di punti nel girone. Coach Maurizio Romani dovrà però fare i conti con una situazione infortuni critica che vede ancora in forse due pedine importanti come Lorenzi e Angelini, con capitan Del Sorbo e Mattei in fase di recupero e Pupparo fuori, probabilmente, per tutta la stagione a causa del crociato rotto. La sfida non sarà facile perché entrambe le squadre scenderanno molto motivate in campo. L’Audax vorrà sbloccare il proprio punteggio in classifica e assicurarsi lo scontro diretto contro la Libertas che, al contrario, troverà un clima infuocato visto che quello di Carrara è un campo notoriamente caldo. I biancorossi dovranno scendere sul parquet con l’atteggiamento giusto dimostrato nei primi due quarti giocati in casa contro Pino Dragons.

“E’ una partita che possiamo vincere – commenta coach Romani – contro una squadra della nostra fascia. Una sfida che per noi conta molto, tra due squadre che perseguono gli stessi obiettivi. Una vittoria in trasferta, contro una squadra giovane ma anche intensa come l’Audax, sarebbe per noi molto preziosa. Noi siamo in condizioni fisiche critiche ma penso che, con la rabbia la personalità giusta, possiamo comunque vincere a Carrara. Bisognerà attaccare bene la loro zona e limitare i loro punti di forza”. L’Audax Carrara, proprio perché è una squadra molto giovane, gioca una pallacanestro di stampo giovanile con un gioco meno organizzato. Il nemico pubblico numero dei padroni casa è Fabio Valenti, guardia molto buona per la categoria, che però è in forse per la partita di domenica. Grande attenzione i lucchesi dovranno prestare infine anche a Cruz e Ramirez, un ala/pivot e un playmaker molto atletici, e a Matteo Montagnoli che è un abile tiratore da tre punti.

Andrea Cosimini

C Silver: alla Libertas non riesce l’impresa contro Pino Dragons8/11/2015
LIBERTAS BASKET LUCCA 46
PINO DRAGONS FIRENZE 78

Parziali: (16-23; 30-39; 34-62)

LIBERTAS LUCCA: Romei, Del Sorbo ne, Masini 10, Raffaelli 12, Alikalfic, Tellini, Genovali 9, Poli 8, Morello 7, De Ranieri ne. All. Romani
PINO DRAGONS: Marotta 15, Merlo 4, Filippi 7, Passoni 3, Beconcini 10, Pezzati, Dionisi 8, Rabaglietti 15, Puccioni 13, Nardi 3. All. Salvetti

Arbitri: Melai M. di Santa Maria a Monte (PI) e Di Salvo E. di San Giuliano Terme (PI)

Note: Fallo tecnico di Romani a 8'44 dal termine

Non riesce ai ragazzi di coach Romani l'impresa di vincere contro la capolista. La Libertas parte molto bene nel primo quarto tenendo sia in attacco che in difesa gli avversari. I biancorossi trovano punti importanti da Genovali e Raffaelli, ma sotto canestro subiscono troppo da Puccioni. Morello suona la carica nel secondo periodo e trova subito 3 punti importanti. Masini completa l'opera di rimonta e riporta i suoi sul 23-23. Coach Salvetti è costretto a chiamare time-out. Rabaglietti si iscrive alla partita con 3 punti pesanti dalla distanza ma la difesa dei lucchesi è competente. Il primo tempo finisce 30-39 per gli ospiti. Nella ripresa Poli continua la sua serata no al tiro da tre (0/7 fino a quel momento) e Pino Dragons vola sul +28. Nel quarto periodo la Libertas reagisce di orgoglio e prova la difficile rimonta. Coach Romani, però, ha le rotazioni troppo corte e Pino Dragons può chiudere il match sul +32.

“Abbiamo affrontato la squadra più in forma del momento – commenta coach Romani – e forse la più forte del campionato. Ho apprezzato molto l’atteggiamento messo in campo dai miei ragazzi nonostante fossimo in condizioni di emergenza totale, con alcuni giocatori importanti fuori ed altri acciaccati. Per due quarti abbiamo fatto una grandissima partita e abbiamo creato serie difficoltà ai nostri avversari. Solo un pizzico di malizia ci è costato quei 9 punti di svantaggio all’intervallo, ma fino a quel momento abbiamo giocato alla pari dimostrando grande personalità”. Nella ripresa, però, gli avversari sono ripartiti più aggressivi e la Libertas non ha trovato canestri dalla distanza. “Abbiamo avuto una tremenda serata al tiro – sottolinea Romani – e l’1 su 22 da fuori si commenta da solo. Abbiamo subìto la loro zona e un brutto terzo quarto ci ha puniti con un parziale molto severo. Per quanto mi riguarda, però, il risultato finale lascia il tempo che trova. Alla vigilia del match il divario poteva essere anche più pesante. L’obiettivo ora è quello di recuperare i nostri giocatori in settimana. La squadra si sta temprando e reagisce bene alle difficoltà. Sono convinto che stiamo andando nella direzione giusta, ma ci vuole un pizzico di fortuna in più”.

Andrea Cosimini

Libertas: domani sfida proibitiva contro Pino Dragons6/11/2015
La Libertas Basket Lucca si prepara per la settima giornata di campionato di serie C Silver contro Pino Dragons Firenze, in programma per domani sera (sabato 7 novembre) alle 21, presso il Pala Tagliate. Una sfida al limite del proibitivo visto l’indiscusso valore degli avversari che, in questa prima fase, hanno dimostrato di essere forse la miglior formazione del girone. Dal canto suo la Libertas deve fare i conti con una situazione infortuni drammatica, dato che alle pesanti assenze di Angelini e Mattei si aggiungono quelle di Lorenzi, Del Sorbo e Pupparo accompagnati da altri giocatori in forse. Un roster dimezzato, quindi, quello che avrà a disposizione coach Maurizio Romani per tentare l’impresa, già di per sé difficile, davanti ai propri sostenitori. I lucchesi, però, non si aggrappano a nessun alibi e scenderanno ugualmente in campo con la voglia di giocarsi la partita fino alla fine. Dopo il positivo inizio di campionato, la Libertas Basket Lucca è chiamata a proseguire il suo percorso di crescita senza alcun obbligo di risultato.

“Affrontiamo una squadra super attrezzata – commenta coach Romani – che ha fatto molto bene in questo avvio di campionato. Cliente peggiore non ci poteva capitare vista anche la nostra situazione infortuni. Dispiace molto ma anche questo fa parte del gioco. Proveremo comunque a dare il meglio, nonostante le carenze strutturali e dei ricambi, scendendo in campo con l’idea di giocarci comunque la partita. Ai nostri sostenitori chiedo di dare fiducia e sostegno alla squadra perché, nonostante gli infortuni, ci stiamo allenando duramente e i ragazzi stanno crescendo. Ai miei chiedo massima responsabilità in un momento di grande difficoltà come questo, con un’unica parola d’ordine: stare sereni”. Pino Dragons vanta giocatori fuori categoria del calibro di Rabaglietti, tiratore incredibile con un forte senso del canestro, e Puccioni, lungo solido a rimbalzo e molto fisico in difesa. A questi due si affiancano tanti giovani di grande qualità ed impatto con alcune finali nazionali alle spalle.

Andrea Cosimini

C Silver: La Libertas spreca un’occasione contro Liburnia1/11/2015
Libertas Liburnia Basket 72
Libertas Basket Lucca 53

Parziali: (13-10; 28-25; 55-39)

Liburnia Livorno: Forti 11, Picchianti 9, Nesti 8, Pastusena 14, Maffei 6, Massoli 6, Fabiani 11, Maltinti, Mori 7, Brunelli. All. Pardini
Libertas Lucca: Del Sorbo 6, Raffaelli 4, Lorenzi 15, Genovali 5, Morello 4, Romei 2, Masini 4, Alikalfic 2, Tellini 7, Poli 4. All. Romani

Arbitri: Monciatti G. di Siena e Minnella E. di Sovicille (SI)

Alla Libertas Basket Lucca non riesce il blitz a Livorno contro la Liburnia Basket, squadra di alta fascia ma dagli altalenanti risultati in campionato. I ragazzi di coach Romani giocano bene i primi due quarti e tengono sotto scacco difensivamente i padroni di casa, concedendo appena 28 punti e limitando il giocatore di punta avversario Nesti. Alla fine del secondo quarto, però, i biancorossi sprecano la possibilità di fare un break a proprio favore e, anzi, regalano alla Liburnia la possibilità di andare negli spogliatoi sul +3. Nel secondo tempo coach Pardini schiera la difesa a zona, sfruttando i 2.15 m del suo pivot Pastusena (tripla doppia per lui con 14 punti, 21 rimbalzi e 10 stoppate), e i lucchesi non trovano più il tiro da fuori. Dopo aver toccato anche il -25 a cavallo tra il terzo è quarto periodo, la Libertas prova a limitare i danni sul finale di partita.

“Sono contento dei primi due quarti – commenta a caldo coach Maurizio Romani - e, in generale, della nostra prova difensiva. Loro hanno perso 38 palloni ma ci hanno fatto male sotto canestro conquistando 56 rimbalzi. Sono dispiaciuto che non abbiamo avuto la possibilità di giocarcela fino alla fine ma il nostro errore è stato di intestardirci nella seconda metà di gioco con troppo iniziative personali. Dignitoso, invece, il nostro finale”. Per la Libertas hanno pesato anche le assenze importanti di Angelini, Pupparo e Mattei nonché la difficile settimana segnata dai numerosi infortuni. “Questa non può essere una scusa – conclude il coach – ma è ovvio che abbiamo risentito delle assenze e della difficile settimana di preparazione alla partita. Ai miei ragazzi, però, chiedo di crescere con la consapevolezza che non si può, in questo campionato, mai staccare la spina un secondo”.

Andrea Cosimini