Home Prima
Squadra
Giovanili Società Tornei Sezione
Atleti
News Forum  Foto & 
Video
Link &
Sponsor
Area
Riservata
Credits


News - Novembre 2014

Serie D: Libertas Lucca-Team 90 Grosseto 55-5324/11/2014
Libertas Lucca-Team 90 Grosseto 55-53

LIBERTAS LUCCA: Romei 5, Mattei, Lorenzi 11, Angelini 11, Genovali 6, Del Sorbo, Maddaluni 11, Poli 6, Morello 5, Merciadri ne. All. Romani

TEAM 90 GROSSETO: Villano 5, Pierozzi 17, Intrieri, Morgia 2, Contri 14, Ricciarelli 3, Dolenti 3, Neri, Santolamazza 7, Zambianchi 2. All. Furi

ARBITRI: Mori di San Marcello Pistoiese e Macigni di Pistoia

PARZIALI: 11-14, 23-26, 39-37

Gran colpo della Libertas Lucca che in un finale tiratissimo riesce a battere Grosseto grazie a un canestro di Lorenzi. Per i maremmani, senza Furi (più grave del previsto l'infortunio al ginocchio contro Valdera) e Romboli è il secondo stop consecutivo dopo quello con Meloria. Match molto tattico e fisico, con tanti contatti consentiti dalla coppia arbitrale. La partenza è degli ospiti con Contri e Pierozzi e anche una certa supremazia a rimbalzo. I padroni di casa si trovano sempre a recuperare, seppur di uno-due possessi, trovando un buon Maddaluni. Alla distanza però il pressing permette ai lucchesi di prendere le misure agli ospiti riuscendo ad arrivare davanti al traguardo volante dell'ultima pausa. Si prosegue con vantaggi minimi, stavolta la Libertas non abbassa il livello di guardia nel quarto tempino, Poli segna sei punti preziosi ma il Team 90 è lì. La tripla di Lorenzi allo scadere dei 24'' e con meno di un minuto da giocare sembra il colpo del ko, invece Santolamazza estrae dal cilindro il pareggio quando restano 30'' sul cronometro. L'ultimo assalto di Lucca è di nuovo con Lorenzi, stavolta in penetrazione, 55-53. Con 12'' c'è tempo per costruire un'altra azione. Furi chiama time out, il tavolo segna per errore il +3 della Libertas, salvo correggersi, giustamente, in corsa, la squadra di Romani difende per evitare la tripla del sorpasso, Pierozzi dalla media ha in mano la palla del pari ma non va. Suona la sirena, esulta Lucca.

Serie D: Valdera-Libertas Lucca 74-6517/11/2014
Valdera-Libertas Lucca 74-65

PALLACANESTRO VALDERA: Porcellini 11, Cartacci 2, Balducci ne, Buti, Gorgeri 12, Palazzuoli 8, Gnarra 2, Isetto 7, Doveri 23, Pantani 7 Allenatore: Sforzi

LIBERTAS LUCCA: Romei 7, Merciadri, Angelini 11, Mattei ne, Poli 9, Lorenzi 9, Maddaloni 4, Sodini 5, Genovali 18, Morello 2. Allenatore: Romani

ARBITRI: Zini e Pergola di Pistoia

PARZIALI: 15-18, 35-37, 49-51

Stavolta il finale premia Valdera, che ride dopo un paio di arrivi in volata davvero amari. La Libertas Lucca non riesce a centrare la terza vittoria consecutiva, nonostante tre quarti davvero buoni: la squadra di Romani parte forte e nei primi minuti non sbaglia praticamente nulla. Valdera rimane in scia cercando di stringere le maglie della difesa, con gli ospiti avanti di due alla pausa lunga. Al rientro il copione è lo stesso, Lucca alterna le difese per cercare di mettere in difficoltà l'attacco di Valdera e ci riesce, fermando il bomber Porcellini (solo 11) e anche se Lorenzi non è nella miglior serata (9), resta sopra, con un Genovali in forma smagliante. La partita prende una direzione ben precisa nell'ultimo quarto, quando l'attacco dei pisani inizia a girare e sotto i colpi di Doveri Valdera allunga. La Libertas paga dazio, un paio di canestri di Cartacci, un gioco da tre punti di Gorgeri e la squadra di Sforzi vola sul +10 a 2' dalla sirena, praticamente finita, con Isetto e compagni che devono solo far scorrere il cronometro.

Serie D: Libertas Lucca-Uisp Donoratico 78-589/11/2014
Libertas Lucca-Uisp Donoratico 78-58

LIBERTAS LUCCA: Romei 4, Lorenzi 30, Morello 8, Del Sorbo 2, Poli 8, Maddaluni 8, Angelini 11, Genovali 7, Merciadri, Sodini. Allenatore: Romani

ART. ING. DONORATICO: Bartolini 8, Muti 2, Spina, Govi, Creatini E. 13, Bottoni 12, Creatini F. 6, Bandaccheri 6, Popusoi 2, Bianchi 9. Allenatore: Prescendi

ARBITRI: Lupidi di Livorno e Landi di Pontedera

PARZIALI: 19-13, 41-27, 57-36

Successo pesante per la Libertas Lucca che domina il match con Donoratico e sale a quota quattro, lasciando al palo i gialloblù e completa la festa cittadina, dopo l'impresa della Cmb con Castelfiorentino. Trascinatore della squadra di Romani Lorenzi con 30, anche se il bomber biancorosso ha un ruolo da comprimario nell'allungo che decide la gara. Nove invece nel primo tempino, quando la Libertas prova subito a imprimere il proprio marchio all'incontro e l'Art. Ing. è immediatamente costretta a inseguire. La svolta nella frazione successiva, con il pressing a tutto campo dei lucchesi che manda in tilt gli ospiti, tanti palloni recuperati e canestri facili in contropiede con Maddaluni, Genovali, Poli che costruiscono il parziale decisivo. La difesa di Romani imbriglia Bottoni (12 ma 6 negli ultimi 2' di gara) e col passare dei minuti lo scarto cresce fino a toccare il +27. Donoratico ha una bella reazione a cavallo del terzo e quarto periodo, riuscendo ad arrivare a -12, ma qua è ancora Lorenzi a salire in cattedra e insieme a Morello rimette in moto l'attacco libertassino, fino al 78-58 della sirena.

Serie D: Vela Viareggio-Libertas Lucca 58-604/11/2014
Vela Viareggio-Libertas Lucca 58-60

VELA VIAREGGIO: Romani 4, Simonetti 2, Raffaelli 21, Spilotro 12, Iacopini 2, Catola 1, Pardini, Polo 13, Colligiani 3, Landini ne. Allenatore: Colombi

LIBERTAS LUCCA: Romei 10, Del Sorbo, Merciadri, Mattei, Poli 7, Lorenzi 3, Maddaluni 6, Angelini 15, Genovali 6, Morello 13. Allenatore: Romani

ARBITRI: Salvo S. e Salvo G. di Pisa

PARZIALI: 14-13, 25-30, 38-50

Vince la Libertas Lucca e si stacca da quota zero, dove resta invece il Vela, insieme a Donoratico e Bellaria. Successo meritato per la squadra di Romani che mette la testa definitivamente avanti nella seconda frazione, senza farsi più riprendere. Nei bianconeri funziona ancora la difesa, ma l'attacco non gira granché e se non segna Raffaelli sono guai. La Libertas mostra solidità e trova punti essenziali da Angelini e Morello, che dalla lunetta non sbagliano quasi niente. Lo strappo decisivo è dopo la pausa lunga, con il terzo tempino che ancora una volta si rivela fatale per la truppa di Colombi. La Libertas fa valere il maggior peso sotto canestro, il Vela si aggrappa a Raffaelli che però ha problemi di falli e commette il quinto, sfondamento, quando, nel quarto periodo, ci sono ancora troppi minuti da giocare. Nonostante ciò il Vela si trova a -2 e palla in mano con 16'' da giocare. I versiliesi però sbagliano la rimessa, fallo sistematico per bloccare il tempo, la Libertas non sbaglia i liberi e si prende la vittoria. dopo averla sfiorata con Unione e Labronica. Per il Vela il calendario mette subito un ostacolo non da poco, il derby con Versilia, domenica alla Tommasi, la Libertas invece riceverà Donoratico.